#87 - Artificial

ghost-dreams-sketch-lucyowlart
Stavo passeggiando in strada con mia madre (1). Una giornata tranquilla. E la via che stavamo percorrendo è una di quelle non molto ampie, con una fila di palazzi da entrambi i lati e nel quale il sole fa fatica a farsi vedere se non a mezzogiorno quando cade perpendicolarmente sulla via.

Il punto in cui ci troviamo ci sono da entrambi i lati delle attività commerciali. Tutto era nella normalità, quando dalla parete alla nostra destra appare un ovale di luce e da questa fonte di luce esce fuori una signora anziana (2), non molto alta e un po' incurvata con la schiena, con addosso una veste da camera azzurro chiaro. I capelli ricci in una permanente come appena fatta dal parrucchiere. Questa apparizione inizia a procedere in linea retta verso la parete del palazzo di fronte. Inizialmente procede normalmente, ovvero mettendo un piede avanti all'altro, ma a metà del tragitto blocca i piedi e li unisce, ma continua a procedere, sempre in linea retta fluttuando a pochi centimetri dal suolo. Arrivata alla parete di fronte, vi passa attraverso allo stesso modo di come aveva fatto all'inizio. La cosa particolare, oltre a tutto il resto, era il modo in cui ci osservava. Aveva gli occhi completamente bianchi e manteneva il suo sguardo stizzito verso me e mia madre, senza distoglierlo un solo istante, girando la testa (un po' come fanno i gufi) quando non riusciva a vederci bene.

Io e mia madre rimaniamo basite, ma facciamo finta di niente e procediamo nella passeggiata. Superato il punto in cui la signora era uscita, ci voltiamo per accertarci che quello che avevamo visto fosse uno scherzo dei nostri occhi. Ma la scena si ripete esattamente come la prima volta. La donna esce dalla parte dal quale era entrata ed, attraversando la strada rientra nel primo edificio. E questo per almeno un altro paio di volte e sempre con lo stesso sguardo stizzito. Io e mia madre ci guardiamo allarmate e diciamo: "Hai visto? L'ha fatto di nuovo!".


ghost-woman-dreams-lucyowlart
dreams-seconwoman-ghost-lucyowlart

Purtroppo la cosa non finisce qui, perché poco oltre la signora fantasma, ne appare un'altra (3). Anch'essa da una parete come la prima, ma io e mia madre riusciamo a vederla solo di spalle. Questo nuovo spirito ha i capelli, anch'esso come appena fatti dal parrucchiere, ma più altri come acconciatura, ha una veste da notte di un azzurro più scuro. ma l'unica differenza è che non ci guarda e rimane immobile. Pensavamo, io e mia madre, che stesse anche lei fissando la prima signora che continua a fare lo stesso gesto.

Ad un certo punto, io mi innervosisco dal continuo fissarci della donna, così mi avvicino a lei e le chiedo: "Perché?". La cosa assurda è che dopo la mia domanda, questa si infuria ed cerca di aggredirmi lanciandomi addosso un panino di quelli dei fast-food  (?). 

Io schivo il panino più di una volta ed il mio sguardo cade su tre monete dorate a terra (rispettivamente da 50, da 20 e da 10 centesimi di euro). Le raccolgo e le lancio in un locale fatiscente dal quale credo sia uscita la donna, nella speranza che questa si calmi. Dopo di che io e mia madre scappiamo via. La scena si sposta improvvisamente all'interno di un edificio pubblico, forse una scuola, un ospedale o un altro diverso non ho ben chiaro quale, dal momento che vedo solo il punto in qui ci troviamo. Ovvero un pianerottolo delle scale di servizio. Io e mia madre siamo uscite dai corridoi principali fuggendo da non so cosa, quando mia madre mi suggerisce di prendere fiato, dal momento che avevamo frapposto una notevole distanza dal nostro presunto inseguitore.
Accanto alla porta dal quale siamo passate c'è un dispositivo elettrico che emette dei suoni e degli adesivi (?) che improvvisamente si accende da solo senza motivo ed espelle due adesivi. Uno quadrato rosso con una scritta incomprensibile e l'altro, sempre rosso con una scritta in stampatello bianca "ARTIFICIAL".

So che "Artificial" ha due significati: "Artificiale" o "Insincero -Falso".
A tutt'ora non riesco a capire cosa voglia dire il sogno. Probabilmente nulla.

Alla prossima!

Tool: Pencil on paper + Photoshop CS6


Creative Commons License

Commenti

Questo blog è nato da
vi sono stati pubblicati articoli
e vi sono stati postati
commenti.